Bunker El Carmel: punto panoramico per una Barcellona a 360°, GRATIS!

Se ti stai domandando qual’è la vista panoramica più bella su tutta Barcellona, la risposta è Bunker del Carmel! Situato in cima a Turó de la Rovira (nel parco del Guinardó), potrai godere di una vista dall’alto a 360° dal mare alla montagna!

Breve storia dei bunker del Carmel:

Sappiamo che stavate solo cercando un luogo da cui osservare il panorama della città, ma se anche voi siete come noi, vi piacerà scoprire un po’ di storia dei Bunker e come sono arrivati ai giorni nostri.

Costruiti durante la Guerra Civile Spagnola nel 1937, questo luogo era usato come parte di una batteria anti-aerea per difendersi dagli attacchi dei fascisti, sette piattaforme di cannoni circolari e una serie di bunker.

Con la povertà dell’epoca, i locali hanno visto i bunker come forme di alloggio e rifugio, nel dopoguerra diventarono una sorta di baraccopoli, conosciuto come il quartiere di Els Canons. Addirittura negli anni ’60 erano circa 3000 le persone che vivevano nella zona.

Solo negli anni ’90, con l’arrivo dei giochi olimpici a Barcellona, il comune decise di ‘ripulire la città’ riunendo tutti i residenti che vivevano nei bunker e sistemandoli in appartamenti. Così per molti anni, la collina del Turó de la Rovira e i Bunker del Carmel caddero nel dimenticatoio (tranne per i pochi locali).

Tuttavia, nel 2011 venne inaugurato un nuovo spazio patrimoniale nel distretto, unico in Europa, un progetto tra l’Agenzia Carmelitana, il Museu d’Historia De Barcelona MUHBA e il Distretto di Horta Guinardó. Il progetto ha scavato i bunker, li ha parzialmente ripristinati e migliorato l’accessibilità. Il MUHBA ha anche installato un piccolo museo gratuito all’interno di uno dei bunker, incentrato proprio sul ruolo che hanno avuto durante la guerra civile spagnola per la difesa di Barcellona e come sono stati utilizzati in seguito dalla popolazione locale.

Consigli utili e pratici per venire a visitare i Bunker del Carmel:

Cosa sapere prima della visita:

I Bunker sono sempre aperti, tutto l’anno e sono gratuiti. Il posto è molto ‘spartano‘, ci si siede per terra, sulle rovine in cemento e si osserva il panorama, ma se preferisci puoi portare con te un telo per metterti a sedere.

Non ci sono zone d’ombra, evita le ore centrali, ma se proprio devi portati un cappello, mentre se resti fino al tramonto e oltre, porta con te anche una giacca, siamo a 262 metri di altezza e può tirare vento freddo.

Prediligi un abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica (possibilmente evita di vestirti di bianco), per raggiungere la terrazza con vista Sagrada Familia occorre scavalcare la ringhiera (non è molto comodo farlo con i sandali 🤪).

Tieni presente che se ti stai muovendo con passeggini o persone con mobilità ridotta l’accesso non è molto comodo. C’è un pezzo di strada da fare in salita e poi una serie di scalinate.

Il nostro consiglio è quello di fare un bel pic-nic serale, ma devi sapere che qui non ci sono bar e zone ristoro, se desideri portarti da bere e da mangiare fallo prima di salire.

Dal lato della fermata “Alfons X” (se arrivi in metro), il supermercato Condis Express 📍41.411874, 2.166229 o Consum 📍41.412274, 2.167551 o il Bar Bodega Carmelo 📍41.415342, 2.166376.

Dal lato del Park Güell (se arrivi in autobus) puoi trovare il supermercato Suma a queste coordinate📍41.417023, 2.157721 oppure il bar Las Delicias a queste 📍41.418252, 2.157585.

Quando venire:

Il momento migliore per visitarli è sicuramente al mattino presto (meglio se all’alba) oppure allo spettacolare tramonto, il momento della giornata perfetto per osservare come cambia il paesaggio dal giorno alla notte.

Da qualche anno (anche grazie ai social) i Bunker sono diventati molto conosciuti e molto gettonati, sia dai locali che dai turisti, in qualsiasi mese dell’anno, se cerchi un po’ più di calma evita il weekend. Per questo motivo, ti consigliamo di arrivare in cima almeno un’ora prima del calar del sole, non solo così potrai fare una passeggiata e scegliere il tuo angolo migliore ma avrai anche il tempo di procurarti il posto a sedere che preferisci per osservare lo spettacolo durante la golden hour.

Se come noi ti piace stare in prima fila con la vista della Sagrada Familia, basta che attendi pazientemente che qualcuno si alzi e si sposti, a volte capita, per questo dovresti arrivare per tempo!

Come arrivare:

Ci sono diverse possibilità per arrivare, dipende soprattutto dal punto di partenza e da quale percorso si piacerebbe intraprendere.

Si può raggiungere con la metro L4 scendendo alla fermata “Alfons X“, procedendo a piedi (circa 1 km) per una ventina di minuti, tutto in salita, si passa all’interno del parco del Guinardó, la vista mentre si sale è spettacolare. Questo è il percorso che abbiamo intrapreso noi, ovviamente non ci piacciono le cose facili ma quelle più panoramiche! 😂

Si può raggiungere anche con l’autobus, dal centro città con il 22, 24, 119, V17 e V19 ( impostate sempre Google Maps per sapere esattamente quale prendere e a quale fermata scendere), il percorso è sempre in salita, sicuramente meno faticoso rispetto al tragitto partendo da Alfons X (la fermata della metro) e molto più breve, in genere dura circa 10 min a piedi, non panoramico (si passa attraverso vie e casette), più adatto a passeggini o a persone con mobilità ridotta.

Instagram VS realtà:

Ci piace precisare che il luogo non è proprio così come lo si vede, è romantico se sai renderlo romantico!

Se stai cercando un posto di tranquillità svegliati prima dell’alba, troverai la pace che cerchi!

Se cerchi divertimento vieni al tramonto! Il tramonto è davvero molto affollato ma se sai adeguarti e premunirti (es. di cuffiette e una playlist) può diventare luogo di svago e romanticismo! Magari con una birra o un vino di cava!

Alcuni punti sono molto ‘instagrammabili’ ma attenzione!! E’ molto pericoloso, non è come i soliti posti che si vedono su Instagram, in cui sembra che ci sia lo strapiombo e invece c’è il pavimento sotto, qui lo strapiombo c’è DAVVERO!

Non so come io abbia fatto ad arrampicarmi fin lassù, nonostante soffra di vertigini!

Sii rispettoso

Se vogliamo mantenere questo posto dobbiamo essere rispettosi, verso l’ambiente e verso gli altri! Se si portano cibo o bevande, bisogna assicurarsi di ripulire e di gettare tutto nei cassonetti.

Evita schiamazzi e musica a tutto volume! Qui vicino ci sono pur sempre le case dei residenti, non è carino che si faccia chiasso come in discoteca.

Bagni pubblici

Si, ci sono i servizi igienici, ma personalmente non ne abbiamo usufruito quindi non sappiamo dare indicazioni riguardo il grado di pulizia. Possiamo dirvi solo che si crea molta fila, quindi non esagerate con gli alcolici 🤪

MUHBA Turó de la Rovira

Come detto in precedenza, qui abbiamo anche un piccolo museo, un’esposizione gratuita che ti permette di entrare nel rifugio antiaereo utilizzato durante la Guerra Civile spagnola per la difesa di Barcellona durante i bombardamenti aerei dell’aviazione fascista.

Potrai entrare direttamente all’interno dei bunker: Pavelló d’Oficials (Padiglione degli Ufficiali), Pavelló de la Tropa (Padiglione della Truppa) e il Lloc de Comandament de la Bateria (il Posto di Comando della Batteria), dove troverai pannelli informativi.

C’è anche l’esposizione permanente Barcelona al límite che testimonia le condizioni di vita degli abitanti della zona in quel periodo.

Orari per la visita del museo:

Da ottobre a marzo
mercoledì dalle 10:00 alle 14:00
sabato e domenica dalle 10:00 alle 15:00

Aprile, maggio e settembre
mercoledì dalle 10:00 alle 14:00
sabato e domenica dalle 10:00 alle 15:00 e dalle 16:00 alle 20:00

Giugno, luglio e agosto
mercoledì, venerdì, sabato e domenica
dalle 17:00 alle 20:00

Giorni di chiusura annuale : 1 gennaio, 1 maggio, 24 giugno e 25 dicembre.

Domande e altre info

Se hai domande o vuoi ricevere più informazioni specifiche, non esitare a scriverci o a contattarci su Instagram. Se ti piacerebbe rivivere la nostra esperienza puoi farlo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *