Cosa fare e vedere a Vernazza

Vernazza è situata esattamente tra Monterosso e Corniglia e arroccata su di una maestosa ed affascinante scogliera. Il nome del paese deriva probabilmente dall’aggettivo latino verna, cioè “del luogo”, ad indicare la provenienza della vernaccia, il famoso vino locale. Vernazza compare già nelle cronache del 1080 come borgo fortificato ed efficiente base marittima dei marchesi Obertenghi, probabile punto di partenze e di approdo delle forze navali impiegate per la difesa dai saraceni.

Il Porto

Uno dei porti più suggestivi e affascinanti di tutta la Liguria.

La Chiesa Santa Margherita di Antiochia

Secondo una leggenda un giorno lungo la costa del paese venne ritrovata in mare una scatoletta che conteneva le ossa di un dito di Santa Margherita. Persa durante una mareggiata, la reliquia ricomparve nuovamente nel 1318 in quello stesso posto: fu allora deciso che sulla roccia antistante il mare sarebbe sorta la chiesa intitolata alla santa patrona. Rimaneggiata e ampliata nel corso del XVI e XVII sec. oggi è visibile in parte nella sua struttura originaria dopo i restauri della seconda metà del’900.

La chiesa ha una bella torre campanaria a base ottagonale e un interno più elevato rispetto al livello della piazza, con le tre navate che si poggiano su colonne di pietra nera proveniente dalla cave del Mesco. Notevoli il tabernacolo gotico (XV sec.), un Crocifisso ligneo attribuito ad Anton Maria Marigliano, due tele del ‘600.

Il Castello Doria

Costruito nell’XI secolo sulla sommità del promontorio circondato in gran parte dal mare, il castello era parte del sistema difensivo eretto per proteggere il borgo dalle scorrerie dei pirati saraceni. La fortificazione di forma irregolare (segue quelle del costone di roccia su cui si trova) è caratterizzato dalla presenza di una torre cilindrica (detta Belforte) di avvistamento restaurata nel Novecento (fu colpita dai tedeschi durante l’ultimo conflitto) che si eleva su di un basamento quadrangolare, il Belforte. Oggi il Castello è sede espositiva e meraviglioso punto panoramico sull’abitato di Vernazza, la baia e il porticciolo.

Punti Panoramici

Non puoi assolutamente perdere i punti panoramici di Vernazza, si trovano lungo il sentiero Azzurro, rispettivamente verso Monterosso (foto di sinistra) e verso Corniglia (foto di destra).

Per sapere come raggiungerli ti invito a leggere 2 giorni alle Cinque Terre.

La posizione esatta invece potete trovarla anche in fondo alla pagina della guida.

Il Santuario di Nostra Signora di Reggio

Ubicato due chilometri più su rispetto alla stazione ferroviaria, il Santuario si erge dove un tempo si pensa fosse stato costruito il primo insediamento di Vernazza, prima che si spostasse più vicino alla costa. Per vedere la Madonna – dalla pelle scura, motivo per cui molti la conoscono come “l’Africana”– di Regio e visitare il Santuario dell’XI secolo, puoi percorrere il sentiero n.508. L’immagine della Madonna fu probabilmente portata qui a Vernazza durante l’epoca delle crociate e la festa a lei dedicata viene celebrata il primo di agosto.

Spiagge

Ci sono due spiagge dove è possibile andare a prendere il sole a Vernazza: la prima – e la più facile da raggiungere si trova vicino al porto, è piccola ed è sabbiosa, mentre la seconda, un pò più grande, può essere raggiunta dalla piazza principale di Vernazza.

Sentieri per Vernazza

592-3 Corniglia – Vernazza Offre la possibilità di ammirare una vista panoramica stupenda sulla Riviera delle Cinque Terre, Corniglia ed il piccolissimo borgo di San Bernardino
Livello di difficoltà: EE – Per escursionisti esperti (difficile)

592-4 Vernazza – Monterosso Attraversa la Valle del Riolo,la Costa Messorano e prosegue facendosi strada tra vigneti, oliveti e limoni
Livello di difficoltà: EE – Per escursionisti esperti (difficile)

508 Vernazza – Foce Drignana Si tratta di una storica mulattiera che collega Vernazza con le frazioni sparse nell’interno ed il Santuario di Nostra Signora di Reggio, tradizionalmente percorsa durante le processioni religiose della Via Crucis  
Livello di difficoltà: E – Escursionistico (medio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *